Porno su internet

Siti porno online, analisi dei consumatori

I siti porno online non conoscono crisi, tutte le nazioni del mondo hanno circa il 40 % della popolazione che visita con costanza i siti pornografici. Non mancano sorprese e statistiche sul mondo del porno su internet, scopriamole insieme.

I siti porno online compongono una delle industrie online più redditizie del web, capace di attirare a se l’attenzione di molti consumatori e quindi di generare un ingente traffico internet, stimato in circa il 4% del volume totale delle ricerche online, generando profitti per miliardi di dollari. Addirittura si stima che il porno online è una sorta di pilastro nel world wide web capace di modificare rapidamente la sua forma ed attirare a se, sempre più navigatori. Basta pensare ai siti porno più famosi come Youporn e PornHub che uniti hanno creato YouuPornHub che hanno picchi anche 7 milioni di visitatori al giorno.

Secondo una ricerca stilata da SimilarWeb per la rivista online The Next Web il porno su internet è uno dei grandi settori del web, anticipato solo da arte e spettacolo, informazione, messaggistica e scommesse. Anche la pubblicità su internet è un chiaro segnale di quanto il porno sia famoso sul web, infatti circa il 10 % degli internauti clicca almeno una volta a settimana su un banner per adulti. Si pensi che il settore delle scommesse e dei casinò ha una percentuale del 30%.

Tra i paesi che guardano più porno troviamo a grande sorpresa i paesi con cultura islamica, tra cui Iraq ed Egitto, seguiti dai paesi europei come Germania, Svizzera ed Austria: L’Italia detiene il quattordicesimo posto e chiude la classifica dei paesi più propensi al porno Arabia Saudita, Indonesia e Qatar. Una classifica particolare è quella della permanenza sui siti porno che vede la svizzera come unico paese del vecchio continente, e vincitori assoluti il Kuwait e Singapore.

Se analizziamo invece le fonti del traffico porno, scopriamo che Google è il canale preferito dagli internauti per cercare materiale pornografico e che tra i social network troviamo solo Reddit con il 58% del traffico per adulti. In conclusione possiamo affermare che il porno su internet gode di grande salute e che nonostante le restrizioni in alcuni paesi è una nicchia di mercato che riscontra sempre un grande successo e una fonte di profitto per le aziende che lavorano con il porno online.

Approfondisci

Serie A Pornhub

PornHub sponsor di una squadra di Serie A

Il famoso sito porno PornHub sta tentando di promuovere il suo brand in italia propendesi come sponsor di una squadra di calcio di Serie A. 

PornHub negli scorsi mesi si era già messa in mostra mettendo il suo marchio come sponsor del football americano, e del basket italiano ma nessuno pensava che il colosso del porno americano si spingesse cosi in alto mostrando il suo interesse per diventare lo sponsor in maglia di una squadra di calcio italiana. In questi tempi di crisi il marketing del porno ha visto nella maggiore serie di calcio in italia, un ottimo trampolino di lancio per la promozione del suo marchio, notando anche che nell’ultima stagione molte squadre sono rimaste senza pubblicità, intaccando di molto il bilancio economico.

Sul sito, pornhub dichiara :

Abbiamo cercato ad un modo di grande impatto per coinvolgere la nostra community italiana, e la sponsorizzazione di una squadra di calcio di serie A sempre la più adatta a tale scopo.
Incoraggiamo quindi, tutte le squadre ad inviare la propria candidatura per scegliere la vincitrice e ricoprirla di tanti soldi, che ricordiamo provengono da introiti legali, poichè il porno è legale in Italia.

Ora resta da abbattere solo il tabù del porno e del sesso che fuori di internet trovano sempre molti ostacoli dovuti al pudore che potrebbero essere sormontati solo da tanti milioni sonanti che si riceverebbero per uno sponsor cosi fuori dal comune.

Approfondisci

porno-smartphone

Il porno viene visto dallo smartphone

Secondo una statistica di pornhub, il porno viene visto nel 63% dei casi dallo smartphone, in solo cinque anni la percentuale è cresciuta del vertiginosamente ogni anno. Il dispositivo più usato dai consumatori ed utenti del porno è lo smartphone basato su android che vince su iphone.

Ormai lo smartphone è il re incontrastato del traffico internet, vincendo con una percentuale superiore al 60% su qualsiasi dispositivo, anche quando si parla di pornografia.  Secondo il sito pornhub.com lo smartphone accrescera sempre di più l’audience tra gli utenti che amano vedere film e video per adulti su internet, grazie alla sua riservatezza e la facilità di disporne ovunque, ufficio, casa, all’aperto.

Due persone su tre che guardano porno ha mendo di 35 anni, e indovinate un po’..il 25% di questo pubblico è femminile. Le keyword più ricercate sono come al solito Lisa Ann, Mia Kalifa e Kim Kardashian, mentre le categorie più gettonate sono le mamme, lesbo e diciottenni.

 

Approfondisci

backstage-porno

Cosa si nasconde dietro un film porno? Un backstage normalissimo.

La fotografa Sophie Ebrad in un progetto fotografico intitolato “It’s just love” ha voluto lanciare il messaggio che dietro un film porno si nasconde semplicemente un backstage come quello di qualsiasi altro film ed inoltre tanta normalità.

La fotografa francese ha scattato foto immortalando attrici porno ed attori nei momenti di pausa tra una ripresa e l’altra del film porno, scoprendo un mondo di tanti gesti e di banalità che non ci si aspetterebbe di trovare. Le foto ritraggono le ragazze che si rifanno le unghie ed i ragazzi che parlano con i cameraman e tecnici delle luci come si farebbe al bar, ma qui gli attori e le attrici sono nudi, ma nessuno ci fa caso.

In queste foto possiamo riconoscere facilmente personaggi noti del porno come Valentina Nappi

ed il porno attore James Deen che anche loro al di fuori delle riprese sono persone con un comportamento normalissimo.

Approfondisci

pornhub-premium

Pornhub diventa premium, il NETFLIX del porno

Il sito porno per eccellenza PorHub, lancia una versione premium al costo di 9.99 dollari al mese, come NETFLIX ma del porno.

Pornhub, il noto sito pornografico per adulti con circa 65 milioni di utenti in tutto il mondo, ha lanciato da poco un servizio premium che permette la visione di video porno inediti ed in hd, usando come modello NETFLIX. La società infatti che detiene il possesso anche di Youporn e Redtube ha introdotto a soli 9.99 dollari al mese un servizio plus che permette agli utenti registrati di vedere video hard senza pubblicità, in alta definizione e su tutti i dispositivi, comprese le console di gioco come la playstation 4.

Il vicepresidente di Pornhub, Corey Price ha affermato di voler ottenere la corona del porno come Netflix. Il servizio è gratuito per i primi sette giorni, terminati questi gli utenti possono scegliere se rimanere premium o tornare ad essere degli utenti free, ma lo stesso Corey Price sostiene sia difficile tornare a questa situazione quando ormai ci si sarà abituati al miglior porno con più di 130 mila video xxx esclusivi, accessibili con un semplice click.

Approfondisci

dating-app

Alternative a Tinder per gli incontri su internet

Tinder è l’app per gli incontri su internet più conosciuta e scaricata, ma dopo il suo upgrade che dona più privilegi agli utenti premium, ha subito un allontanamento da molti utenti che si sono spostati su altre applicazioni nate per favorire gli incontri sul web conosciuto anche con il nome di dating.

Come mi abbiamo già detto nello scorso articolo Tinder ha rivoluzionato l’arte del rimorchio e degli incontri su internet, favorendo nel periodo degli smartphone la ricerca di un anima gemella o semplicemente del sesso occasionale mediante le app studiate per il dating, ovvero gli incontri. Tinder conta circa 12 milioni di chat ed interazioni ogni giorno ma non è l’applicazione più scaricata per conoscere gente nuova. Oggi vi segnaliamo la classifica di 10 alternative a Tinder :

  1. Happn : E’ un applicazione che ti aiuta ad abbordare una persona che hai vicino a te in un determinato momento, Happn individua gli utenti che si trovano a pochi metri da te e se ricambiano con un interesse il tuo profilo, si avvia subito una chat.
  2. Lovoo : Funziona così, ti iscrivi condivi le tue foto e puoi chattare con le persone che vivono insieme a te per fare subito conoscenza con utenti che hanno qualcosa in comune con te, grazie al sistema Match. Lovoo conta più di 26 milioni di utenti nel mondo, con una crescita potenziale di 2000 utenti nuovi ogni giorno.
  3. Badoo : Ha subito in calo negli ultimi anni, ma nel corso del 2015 ha subito un rilancio, spostando i suoi obiettivi unicamente sul dating, permettendo ai suoi utenti di mantenere un totale anonimato grazie alla funzione che nasconde la propria posizione.
  4. Skout : A differenza della funzione mach di Lovoo o Badoo, Skout utilizza il fattore sorpresa e casualità, grazie alla funzione scuota e chatta che permette di accedere ad una nuova chat scuotendo il cellulare.
  5. Meetic : Il re del dating su internet, ha lanciato da poco un app per dispositivi android e apple, riscuotendo un grande successo. A differenza delle altre app, non è per gli incontri di sesso ma è studiato per la ricerca dell’anima gemella o addirittura dell’amore di tutta la vita.
  6. Clover : App semplicissima, scegli il luogo, l’orario in cui si è liberi e Clover ti presenta una lista di nomi da cui scegliere con chi si vuole avere un appuntamento questa sera. Facile no?
  7. Hinge : Ti propone amici dei tuoi amici, un po’ come accadrebbe durante una cena, quando incontri un amico di un amico. Hinge scansiona le amicizie sui social network ad apre chat con gli utenti che hanno un amicizia in comune.
  8. Down : E’ un applicazione bellissima che ti permette di fare un complimento o una dichiarazione ad un amica, in totale anonimato, solo quando lei ricambierà il gradimento, allora Down mostrerà la tua identità.
  9. Grindr : Applicazione per il dating per gay e bisex, ha circa 4 milioni di iscritti e tramite una griglia di foto si può scegliere con chi chattare.
  10. Her : E’ un applicazione per gli incontri lesbo, nacque come Dattch e dopo aver investito un milione di dollari ha deciso di cambiare grafica e brand. Ha un buon controllo su tutti i troll che entrano nel sito per cercare un rapporto a tre e solitamente sono uomini.

Approfondisci

Recensione Tinder

Recensione App Tinder : funziona davvero ?

Tinder è un app nata circa 3 anni fa con lo scopo semplice di creare facilmente contatti ed appuntamenti con le persone che sono vicino a te, mediante l’uso del gps. Questa applicazione basandosi sulla tua posizione geografica crea un radar che individua in un raggio di pochi km altri utenti in base alle tue preferenze che hai impostato nel motore di ricerca scova single. Ad oggi in italia circa il 20% della popolazione ha già installato Tinder per trovare l’anima gemella o una scappatella extraconiugale.
Tinder contiene quindi un grande database di persone disposte ad incontrarsi per un rapporto anche solo sessuale, l’inserimento dei dati dei suoi utenti è facilitato da Facebook che grazie alla sua sua raccolta dei dati personali riesce con questa app a creare una sorta di affinità tra gli utenti che vengono mostrati anche in base agli interessi, in modo da creare un feeling più naturale.
Anche se i due social network si scambiano informazioni, è scritto chiaramente che Tinder non pubblicherà nulla sul tuo profilo di Facebook questa garantisce una privacy indispensabile per una app studiata per rimorchiare.

Su Tinder si possono scegliere fino a 6 fotografie del profilo Facebook ed il sesso a cui si è interessati per un incontro, come ultima cosa si sceglie il raggio di azione con cui quest app deve cercare i partner papabili.

Ma come funziona davvero Tinder

Se qualche utente vi reputa interessante e se anche voi avete fatto altrettanto con lui, solo in questo caso Tinder vi farà chattare con lui o con lei, da questo momento in poi il corteggiamento ha inizio e potete scrivere e rimorchiare l’altra persona. Quindi se sarete abbastanza convincenti nella seduzione potrestre presto passare ad ad avere un contatto telefonico o tramite whatsapp. Un consiglio però dobbiamo darvelo : attenzione al catfishing il termine fu coniato in un documentario americano che racconta di un ragazzo innamorato di una bellissima ragazza di nome Megan conosciuta virtualmente in chat, che poi scoprirà essere una donna grassa e matura di nome Angela.

 

Approfondisci